1. presentation

Isole minori are an archipelago of four musicians and some friends.

It is a project that has been going on for several years and that has gone through different stages, before landing on the actual form.

Isole minori write songs through which they can move among musical genres they feel more familiar, trying to circumnavigate topics and feelings which emerge from the music and the lyrics.

Our songs speak, inevitably, about travels, real or virtual, as well as about feelings, these ones always irreparably real and deep. You fall in love and get mad, on an island, you feel indignation, looking at what is happening around.

This is, in the end, the purpose that the island serves, when it is “minor”: to retire a little, in order to look at the things from a certain distance.


intervista Monika

Rino Cavalli (drums) Andrea Palaia (bass) Nick Petricci (guitar) Stefano Petrungaro (voice and guitar)

*

Le isole minori sono un arcipelago composto di quattro musicisti e qualche amico/a.

È un progetto che esiste da anni e che ha attraversato diverse fasi prima di approdare alla forma attuale.

Le isole minori scrivono pezzi che servono a muoversi tra i generi musicali che sentono più vicini. Il risultato è un peculiare rock acustico e il tentativo è quello di circumnavigare i temi e i sentimenti che emergono dalla musica e dai testi.

Si parla, inevitabilmente, di viaggi, reali e virtuali, come pure di sentimenti, irrimediabilmente reali e profondi. Ci si innamora e ci si arrabbia, su un’isola, ci si indigna guardando quel che succede attorno.

A questo serve in fondo l’isola, quand’è minore: a ritirirarsi un poco, per osservare le cose da una certa distanza.